BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

GRECIA/ Il premier Papandreou propone un governo di unità nazionale

La situazione in Grecia, da mesi a rischio Default, è sempre più incandescente. Il premier ha chiesto un governo di unità nazionale, offrendo le sue dimissioni.

Gli scontri di oggi Gli scontri di oggi

La situazione in Grecia, da mesi a rischio Default, è sempre più incandescente. Oggi, mentre il Parlamento discuteva del piano di Austerity richiesto dall’Ue e dall’ Fmi in cambio di un pacchetto di aiuti, nelle strade di Atene erano in corso scontri tra le forze dell’ordine e i manifestanti che aderivano ad uno sciopero generale. I poliziotti hanno impiegato fumogeni e lacrimogeni, mentre i manifestanti hanno reagito con pietre e lanci di Yogurt.

Contestualmente la Bce lanciava un allarme sulla tenuta finanziaria del Paese e sui rischi legati all’eventuale ristrutturazione del debito greco. Tanto è bastato a convincere al primo ministro a proporre la formazione di un governo di unità nazionale a patto che appoggi il piano di salvataggio dell’Unione europea e dell’Fmi. Papandreou per favorire la nascita di un tale governo e le trattative ha offerto di dimettersi. E’ quanto ha riferito la tv nazionale Net tv. Pare che i Conservatori prenderanno parte al progetto unicamente nel caso in cui il salvataggio venga rinegoziato e, appunto, se il premier di dimetterà.