BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LIBIA/ Per far fuori Gheddafi l'Aja si traforma in un Tribunale dell'Inquisizione

Pubblicazione:mercoledì 29 giugno 2011

Muhammar Gheddafi (Imagoeconomica) Muhammar Gheddafi (Imagoeconomica)

E’ ovvio che più si mette Gheddafi con le spalle al muro, meno diventa possibile una soluzione negoziata della crisi, una sua uscita di scena che non costi ben più lacrime e ben più sangue di quelli già sparsi in Libia “dal 15 ad almeno il 28 febbraio”.

Invece che mantenere la crisi libica sotto controllo in tutta la misura del possibile, mirando frattanto a giungere a una soluzione negoziata, l’Occidente, l’Europa, purtroppo compresa anche l’Italia, la stanno esasperando con iniziative tanto violente quanto sconclusionate. Tanto più nella condizione odierna, caratterizzata da una vasta e complessa interdipendenza reciproca di tutti gli Stati e di tutte le economie, tutta la pace possibile deve essere il metodo con cui affrontare la crisi; e non soltanto il fine ultimo, l’estremo traguardo (ormai sempre meno raggiungibile) cui forse arrivare a conclusione di una guerra, di una fase di massimo attrito con tutte le lacerazioni umane, sociali ed economiche che ne conseguono.

Dal caso di Israele e Palestina a quello dell’Afghanistan, e a tante altre interminabili crisi viene una lezione della quale sarebbe meglio tenere finalmente conto. Invece non solo non si cambia registro riguardo a tali conflitti, ma irresponsabilmente se ne va ad attizzare un altro nuovo nel bel mezzo della riva sud del Mediterraneo. E per di più adducendo nobili motivi.

 

www.robironza.wordpress.com



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.