BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

CILE/ Eruzione vulcano, evacuate quasi 4mila persone

Eruzione vulcanica in Cile, sulla catena montuosa delle Ande. Le autorità hanno fatto evacuare circa 4mila residenti. Le ceneri sono arrivate fino in Argentina

Foto AnsaFoto Ansa

Una gigantesca eruzione ha costretto all'evacuazione circa 3500 persone. Succede in Cile nella zona di Cordon Caulle. Non è, come detto inizialmente, il vulcano Puyehue a eruttare, ma un picco vulcanico a circa quattro chilometri di distanza. Ieri erano state evacuate circa 600 persone, oggi il numero è drammaticamente salito. In molti però si rifiutano di lasciare le case, fattorie per lo più, per non abbandonare i loro animali. Le ceneri alzate dal vulcano sono arrivate fino in Argentina dall'altra parte della catena montuosa delle Ande. Le autorità hanno disposto la chiusura dell'aeroporto argentino della città di San Carlo de Bariloche. Siamo nella zona della Patagonia centrale, la zona di bariche è infatti un noto centro turistico. E' talmente tanta la mole di cenere caduta sulla zona che ieri la città argentina era completamente oscurata, pur trovandosi a oltre cento chilometri di distanza dal vulcano cileno. Ieri erano state avvertite anche scosse di terremoto, ben 230 in una sola ora. Secondo le autorità cilene, l'evacuazione è solo una misura precauzionale perché non ci sarebbero pericoli imminenti.