BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

AFGHANISTAN/ Ucciso Ahmad Wali Karzai, fratello del presidente. La scheda

In Afghanistan è stato ucciso Ahmad Wali Karzai, fratello del presidente Hamid. Si trattava di uno degli uomini più potenti e temuti del Paese, governatore del Kandahar

Foto AnsaFoto Ansa

In Afghanistan è stato ucciso Ahmad Wali Karzai, fratello del presidente Hamid. Si trattava di uno degli uomini più potenti e temuti del Paese, governatore del Kandahar, provincia meridionale. «Confermo che Ahmad Wali è stato ucciso all'interno della sua casa» ha dichiarato Zalmay Ayoubi, il portavoce della vittima. La notizia della sua morte è stata confermata anche alla Reuters da un suo cugino che ha chiesto di rimanere sotto anonimato. A freddarlo sarebbe stata una sua guardia del corpo, mentre il governatore si trovava nella propria abitazione e stava intrattenendo degli ospiti. Ahmed Wali Karzai era un personaggio alquanto controverso, considerato da molti signore della droga della zona che cadeva sotto il suo governo. Le accuse non sono mai state dimostrate. Tuttavia pare che nei dintorni di Kandahar fosse noto a tutti chi era realmente. Nato nel 1961, di etnia pashtun, tra le dominanti del Paese, visse a lungo a Chicago, nell'Illinois, prima di tornare in patria in seguito alla caduta del regime talebano. Secondo quanto riportava il New York Times nel 2009, Ahmad Wali era tenuto a libro paga dalla Cia. L’intelligence americana lo stipendiava per operazioni delicate come il reclutamento di forze paramilitari afghane che lavorassero al soldo della Cia nel Kandahar. I sospetti che fosse un trafficante di droga furono avvallati, sempre a quanto riporta il New York Times, da alcuni episodi. Nel 2004, ad esempio, quando le forze di sicurezza afghane trovarono un enorme quantitativo di eroina all’interno del rimorchio di un trattore, nei pressi di Kandahar, pare che il comandante  locale, Habibullah Jan, ricevette una telefonata dal governatore in persona. L’ordine fu perentorio: lasciare andare il veicolo con all’interno la droga.