BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

HAITI/ Nuove tecnologie per la ricostruzione

Pubblicazione:mercoledì 10 agosto 2011

Le prove nel laboratorio Le prove nel laboratorio

LA RICOSTRUZIONE DI HAITI DOPO IL DISASTRO - Nei laboratori dell’Istituto per la valorizzazione del legno e delle specie arboree del Consiglio nazionale delle ricerche di San Michele all’Adige sono in corso e proseguiranno per tutto agosto le prove di resistenza sismica di un prototipo di abitazione fatto in legno e pietra, da utilizzare per la ricostruzione post-terremoto di Haiti. I test fanno parte del progetto “REparH”, realizzato da università e Scuola superiore di architettura ‘CRATerre-Ensag’ di Grenoble insieme alla ong “Misereor”, per la creazione di questo sistema costruttivo misto con telaio in legno e muratura in pietra che garantisca all’isola caraibica, colpita dal drammatico sisma del 2010, una ricostruzione sicura, economica e sostenibile. Ario Ceccotti, direttore di Ivalsa-Cnr, ha dichiarato: “Finora non sono mai stati realizzati studi sul comportamento di strutture miste di questo tipo in caso di sisma: non esistono dati sperimentali né modelli “a fortiori”. I nostri test di misura delle prestazioni meccaniche saranno dunque la prima base scientifica per fornire gli strumenti tecnici con cui migliorare gli edifici esistenti e costruire quelli nuovi”. Solo dopo il superamento dei test e la risoluzione di eventuali punti critici, la tecnologia potrà essere applicata ad Haiti.


  PAG. SUCC. >