BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DEBITO USA/ Putin: l’economia americana come un parassita a livello globale

Vladimir Putin punta il dito nuovamente contro l’America di Barack Obama, definendo l’economia statunitense “un parassita a livello globale che sfrutta la posizione del dollaro"

Vladimir Putin (Foto Imagoeconomica) Vladimir Putin (Foto Imagoeconomica)

VLADIMIR PUTIN SU DEBITO USA: L’ECONOMIA AMERICANA COME UN PARASSITA A LIVELLO GLOBALE - Vladimir Putin si fa sentire e punta il dito nuovamente contro l’America di Barack Obama, definendo l’economia statunitense “un parassita a livello globale che sfrutta la posizione di monopolio del dollaro”. Il primo ministro russo inoltre, durante il forum estivo dei “Nashi”, l’organizzazione filo-putiniana, auspica di fronte ai giovani del suo partito una nuova unione tra Russia e Bielorussia in un unico stato, come ai tempi dell’Urss, e ritiene che il compromesso raggiunto recentemente in America sull’aumento del tetto del debito “non fa altro che rinviare la decisione per risolvere il problema”. Putin esprime però un giudizio positivo riguardo alla responsabilità e al buon senso con cui Washington ha evitato il possibile default considerando che l’economia americana è una delle locomotive a livello mondiale. Intanto, dopo il via libera della Camera con 269 voti a favore e 161 contrari, il piano sul tetto del debito americano è stato approvato anche dal Senato, con 74 voti favorevoli e 26 contrari, superando quindi di ben quattordici sì il limite dei sessanta necessario per il passaggio della misura. Il testo verrà inviato al più presto al presidente Barack Obama che lo firmerà in tutta fretta senza cerimonie speciali, visto che il piano deve diventare legge entro la mezzanotte americana, cioè le sei del mattino in Italia, per evitare la situazione di default: “È stato evitato un default che avrebbe devastato l’economia, anche se non bisognerebbe andare così vicino al rischio di una catastrofe per agire.