BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

TERREMOTO USA/ Scossa di 5.8 gradi in Virginia: evacuati il Pentagono e il Congresso

Una scossa di terremoto di 5.9 gradi della scala Richter è stata avvertita poco fa in America. L’epicentro è stato localizzato a sud di Mineral, in Virginia a circa 140 km dalla capitale

Immagine d'archivioImmagine d'archivio

Una scossa di terremoto di 5.9 gradi della scala Richter è stata avvertita poco fa in America. L’epicentro è stato localizzato a sud di Mineral, in Virginia, a circa 140 chilometri da Washington, ma è stato avvertito anche a New York e nella maggior parte della costa orientale. Per il momento, sembra che non siano stati registrati danni a persone o cose. Per precauzione sono stati evacuati sia il Pentagono che il Congresso, dopo la forte vibrazione avvertita nei palazzi. Addirittura, una corrispondente della Cnn ha ricordato mentre raccontava la scossa odierna, che il tremore dell’edificio era molto simile a quello avvertito dopo il tremendo attacco dell’11 settembre 2001. A New York sono state evacuate per sicurezza anche le torri di controllo dell’aeroporto JFK, mentre in New Jersey quello di Newark. Le autorità hanno fatto sapere che i voli subiranno dei ritardi sia in arrivo che in partenza e che prima di tornare alla normalità tutte le piste di atterraggio dovranno essere ispezionate. Molti cittadini americani sono scesi in strada per la paura e il presidente americano Barack Obama in questo momento si trova in vacanza con la famiglia, nell’isola di Martha’s Vineyard. Poco più a sud, si muove veloce l’uragano Irene che nei Caraibi ha già devastato le Isole Vergini e Portorico. Il presidente viene infatti tenuto costantemente aggiornato sull’evolversi della situazione, e ora sembra che l’uragano si stia muovendo alla velocità di circa quindici chilometri orari verso la costa Est della Florida, per poi proseguire con ogni probabilità verso la Carolina del Nord e del Sud. L’uragano Irene si sta comunque rafforzando, ma è ancora classificato in categoria 2 e già in giornata potrebbe passare alla categoria 3, e soffiare un vento, che oggi va a circa 150 chilometri orari, anche fino ai 180. Nel fine settimana, invece, i meteorologi fanno sapere che potrebbe anche arrivare alla temuta categoria 4, con venti anche fino a 210 chilometri orari. Per la grande preoccupazione, anche l’Onu da Ginevra fa sapere di aver mobilitato le sue agenzie umanitarie.