BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

TERREMOTO USA/ La scossa più forte degli ultimi 67 anni, timori per gli impianti nucleari (video)

La scossa più forte avvertita sulla Costa est degli Stati uniti in quasi settant'anni, magnitudo 5.8. Paura ma nessun danno a edifici o persone. Timori per gli impianti nucleari

La gente è scesa nelle strade anche a New YorkLa gente è scesa nelle strade anche a New York

La scossa di terremoto avvertita ieri in America, con epicentro in Virginia e percepita in particolare nella capitale Washington, è stata classificata come la scossa più forte nella Costa Est degli Stati Uniti negli ultimi 67 anni. Per quanto riguarda invece lo Stato della Virginia, è stato l'evento sismico più forte addirittura dal 1897. Paura giustificata dunque quella che ha colpito gli abitanti non solo di Washington (il Pentagono e il palazzo del Congresso immediatamente evacuati) ma anche New York, dove migliaia di persone sono scese per le strade, particolarmente intimorite perché hanno subito pensato a un nuovo attentato stile 11 settembre 2001. Invece era un terremoto, rilevato in magnitudo 5.8 gradi che ha scosso in modo anche violento numerosi edifici, fortunatamente senza causare danni particolarmente gravi né agli edifici stessi né alle persone. L'epicentro è stato registrato a Mineral a una distanza di quasi 150 chilometri dal Washington. Epicentro che si trova a poca distanza da un impianto nucleare, il  North Anna Nuclear Power Plant: immediati i timori per l'impianto stesso, dopo quanto accaduto in Giappone. Timori che sono stati subito smentiti da un portavoce dell'impianto che ha comunicato che i dispositivi di sicurezza per eventi del genere si sono subito messi in moto: l'impianto si è fermato e automaticamente è partito il raffreddamento. Ma gli anti nuclearisti non si tranquillizzano:  Paul Gunter, direttore di Beyond Nuclear, una associazione contro i nucleare, ha osservato che "gli  impianti nucleari perdono un margine significativo di sicurezza quando obbligati a ricorrere a questi sistemi d'emergenza". Al momento l'impianto risulta ancora fermo e non si sa quando riprenderà la sua attività. Sebbene ci sia una certa attività sismica sulla costa orientale degli Stati Uniti, scosse di questa intensità non sono affatto abitudinari. Scosse di minore intensità sono state avvertite anche molto lontano, ad esempio al confine tra Colorado e New Mexico. I terremoti, negli Stati Uniti, sono una caratteristica della Costa Ovest del Paese,: la California è soggetta a scosse molto forti che gli analisti dei fenomeni sismici considerano preliminari al distacco della California stessa dal contienente americano. La Costa Est, inoltre, essendo la parte più antica del Paese, ha molti edifici costruiti più di duecento anni fa e dunque non del tutto anti sismici.