BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PERSECUZIONI/ Bhatti: il sacrificio di mio fratello, una speranza per i cristiani

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Shahbaz Bhatti  Shahbaz Bhatti

Il mio impegno è rivolto innanzitutto alla sensibilizzazione delle minoranze. Tre sono i temi fondamentali: la lotta alla povertà, l’educazione e la salute. Fino a quando i cristiani non hanno un’educazione, un’autosufficienza economica di base e cure sanitarie adeguate, questo li rende più fragili e isolati. Per esempio sono costretti a svolgere i lavori più umili, e di conseguenza è molto più facile che siamo discriminati e maltrattati.

 

La sua idea quindi è che i cristiani debbano impegnarsi per uscire dall’emarginazione?

 

Io ho lavorato per otto anni in Pakistan come chirurgo e non mi sono mai sentito discriminato, anzi ho ricevuto diverse onorificenze. Molto differente invece è la situazione dei cristiani che svolgono i lavori più umili. Ma quando un cristiano ha studiato e ha una buona qualifica professionale, può presentarsi ai musulmani per quello che è veramente, comunicando loro anche i suoi valori.

 

Eppure i media sono pieni di notizie sulle persecuzioni nei confronti dei cristiani pakistani...



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >