BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INDIA/ Attaccano chiesa cattolica, bruciati gli oggetti sacri. Secondo episodio in pochi giorni

Pubblicazione:sabato 27 agosto 2011 - Ultimo aggiornamento:sabato 27 agosto 2011, 15.43

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

India centro orientale, Stato di Andhra Pradesh. Militanti ancora non identificati hanno dato l'assalto a una chiesa cattolica, Mother Mary nella città di Secundrabad. La chiesa era già stata assalita quattro anni fa da estremisti indù, probabile che anche gli autori del nuovo attacco appartengono allo stesso gruppo. Una volta entrati nell'edificio, le persone hanno dato fuoco all'altare bruciando diverse bibbie e oggetti sacri che si trovavano nelle vicinanze. L'episodio è avvenuto lo scorso 25 agosto ma la notizia in occidente è giunta solo oggi. I fedeli della parrocchia hanno denunciato il fatto alle autorità di polizia ma al momento non è ancora stato individuato nessuno dei partecipanti al gesto. E' stato il parroco, padre felix Thondalil a denunciare l'accaduto. La polizia locale al momento ha istituito un servizio di sicurezza intorno alla chiesa nel caso che gli estremisti decidessero di tornare all'azione. “Siamo molto tristi – ha detto il parroco – perché molti oggetti sacri sono andati distrutti”.  E' il secondo attacco nei confronti di una chiesa cattolica in India nel giro di pochi giorni. Lo scorso 15 agosto infatti la chiesa di Santa Maria a Malankara nello Stato di Pune era stata oltraggiata nel corso della notte. Gli estremisti avevano imbrattato l'altare e lasciato scritte offensive sui muri dell'edificio, per poi bruciare il tabernacolo e distrutto la Bibbia. Non era mai successo in precedenza in questa zona che una chiesa cattolica venisse attaccata: la locale comunità cristiana non aveva mai avuto problemi con le altre comunità religiose, offrendo anzi servizi di assistenza medica e sociale. Infine due giorni prima, il 13 agosto, era stata attaccata la chiesa di ant’Antonio a Vashicherry, Alapuzhka, nello Stato di Kerala. I vandali avevano distrutto una teca contenente una immagine di Gesù. Il ripetersi degli attachi nei confronti dei luoghi di culto delle comunità cristiane preoccupa la chiesa indiana, che da tempo vive momenti difficili per una continua tensione e violenza nei suoi confronti.

 



© Riproduzione Riservata.