BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

URAGANO IRENE/ New York, rischio catastrofe: chiusi gli aeroporti, evacuazione in atto (video)

Emergenza a New York e sulla Costa Est degli Stati Uniti: da mezzogiorno di oggi cancellati tutti i voli. Si teme una alluvione disastrosa. Cominciata l'evacuazione

Foto AnsaFoto Ansa

New York si prepara all'arrivo dell'uragano Irene. Il presidente degli Stati Uniti non vuole ripete un'altra New Orleans, quando nel 2005 l'uragano Katrina colse del tutto impreparata la capitale della Louisiana, devastandola. Ieri in un discorso ha avvisato ufficialmente della grande pericolosità dell'uragano che si sta muovendo dai Caraibi su fino alle coste nord degli Stati Uniti, e ha invitato tutti quelli che possono farlo a lasciare la Grande Mela. Sarebbero già in 250mila ad averlo fatto, muovendosi soprattutto dalle aree costiere dello Stato. Ma anche New York, nonostante l'uragano nelle ultime ore sia stato declassato di vari livelli, si prepara all'emergenza. Dalle dodici di oggi sabato 27 agosto chiusi i tre aeroporti della città. Niente voli almeno fino a lunedì (Alitalia ha comunicato che tutti i voli per New York e Boston di oggi e domani sono stati cancellati; numero verde a disposizione per informazioni,  800.65.00.55, oppure chiamare al numero 06.65640, e negli Stati Uniti al numero verde 1.800.23.35.750, o al numero +39.06.65649), quando si prevede che l'emergenza finisca. Chiusa la metropolitana, un evento che non accadeva da molti anni. Quello che preoccupa maggiormente è la possibilità di una alluvione. I grattacieli della città infatti sono costruiti per resistere anche alle raffiche che si prevedono intorno ai duecento chilometri orari, ma le piogge violenti e torrenziali che accompagnano un uragano fanno paura. E anche il mare fa paura. C'è chi avverte del pericolo tsunami, con onde alte anche dieci metri. Uno scenario degno di film apocalittici come The Day After, che narravano la distruzione di New York proprio tramite ondate gigantesche. La zona poi che l'uragano potrà colpire è davvero vasta, dalla Florida su fino al New England, in pratica tutta la costa est del Paese. Gli esperti della National Oceanic and Atmospheric Administration avvertono: l'uragano su New York potrà avere conseguenze disastrose. C'è poi il timore per le numerose centrali nucleari che si trovano ella zona interessata: sono circa una decina e si teme innanzitutto il possibile black out che potrà accadere una volta che l'uragano toccherà terra. Già fatti anche i conti dei possibili danni: si arriverebbe fino a circa 14 miliardi di dollari.