BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

RUSSIA/ Cannibale: un nuovo caso, adesca un gay e lo mangia

Un nuovo episodio di cannibalismo, questa volta in Russia dopo quello recente della Slovacchia. Un giovane ha adescato un gay su Internet per ucciderlo e mangiarlo

Karina, la ragazza di 16 anni uccisa e mangiata da due amiciKarina, la ragazza di 16 anni uccisa e mangiata da due amici

Un nuovo caso di cannibalismo dopo quello scoperto recentemente in Slovacchia e altri casi non troppo lontani nel tempo sempre in Russia. Questo ultimo episodio è avvenuto a Murmansk, nella Russia nord occidentale e si è svolto secondo un canone ormai abituale in questi terribili episodi, l'adescamento cioè tramite Internet. Il cannibale, infatti, un giovane dei 21 anni che secondo le prime indagini ave intenzione di mettere in atto una lunga sequela di atti di cannibalismo avendo progettato di far fuori almeno altre dieci persone, ha conosciuto una persona di 32 anni su un sito per incontri omosessuali. Lo ha quindi invitato a casa sua facendogli credere a un incontro di tipo sessuale e invece lo ha ucciso a pugnalate. Dopo, seguendo il macabro copione degli altri cannibali, lo ha tagliato a pezzi e cucinato in diversi modi, macinandolo e facendone salami e crocchette, come ha detto la polizia. Ne avrebbe cucinato i resti per una settimana prima di venir arrestato. Secondo quanto riportano le autorità russe, unico scopo era il "desiderio d'assaggiare della carne umana". Il giovane ha anche dichiarato che aveva preso di mira rappresentanti della comunità gay perché facili da adescare. Come ha recentemente dichiarato in una intervista per IlSussidiario.net lo psicologo Meluzzi, è abituale che nei casi di cannibalismo le vittime siano consenzienti. E' il caso del cannibale slovacco che trovava le sue vittime grazie ad annunci di persone che desideravano essere uccise e mangiate dal loro carnefice. Secondo Meluzzi, alla base del cannibalismo c'è una pulsione sessuale erotica, una pulsione che è innata nell'essere umano e che se deviata per via di una personalità mentalmente malata, porta appunto al cannibalismo. Tra i casi recenti di cannibalismo, fece parecchio scalpore quello avvenuto in Russia un anno fa circa quando due ventenni uccisero e mangiarono una ragazza di 16 anni. La motiviazione rilasciata dai due fu: "Avevamo fame". In realtà l'orribile episodio avvenne dopo una serata a base di alcolici e sostanze stuepfacenti. Molti i casi che arrivano dall'ex Unione Sovietica di questi orribili fatti. Un altro ancora è quello du due fratelli che hanno ucciso il fratello maggiore e lo hanno mangiato nell'arco di sei mesi. L'episodio era accaduto nella città di Perm.