BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALIFORNIA/ Gay nei libri di scuola per legge. Mangiameli: in Italia sarebbe incostituzionale

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Freddie Mercury  Freddie Mercury

Nelle aule scolastiche della California i professori avranno il dovere di insegnare il ruolo che gay, lesbiche, bisessuali e transgender hanno avuto nella storia degli Stati Uniti. La legge 48, approvata dal parlamento su proposta del senatore omosessuale Mark Leno, è stata firmata il 14 luglio scorso dal governatore democratico Jerry Brown, che ha deciso così di accogliere uno dei temi più sensibili per la comunità gay. La legge è molto simile a quella che era stata presentata nel 2006, quando in California la maggioranza era in mano ai repubblicani, su cui l’allora governatore Arnold Schwarzenegger mise però il veto. Il «Fair education act» aggiorna la lista californiana delle minoranze cui è già obbligatorio parlare nelle lezioni di storia, come donne, afro-americani e disabili. Stelio Mangiameli, professore di Filosofia del diritto all’università Tor Vergata di Roma, intervistato da Ilsussidiario.net osserva che «la rivendicazione di identità in America ha una sua complessità completamente diversa rispetto a quanto avviene in Italia. Di recente per esempio lo Stato di New York ha approvato una legge che ha previsto il matrimonio tra omosessuali, e la parte più liberal dell’opinione pubblica americana è portata a pensare a come superare queste discriminazioni verso i gruppi sessualmente orientati».


  PAG. SUCC. >