BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

CORNO D’AFRICA/ Maria (Avsi): vi racconto il sogno di chi non ha niente da mangiare

L'impegno di AvsiL'impegno di Avsi

È stato il primo a voler parlare, dopo aver ricevuto diversi rifiuti da parte degli altri profughi. In Somalia era un nomade e ha deciso di andarsene con la famiglia a causa della siccità e della guerra. È arrivato da noi dopo 25 giorni di viaggio a piedi.

Non era interessato a parlare della sua storia, quanto piuttosto della strada e di tutti i problemi che ha visto durante il suo cammino, privo di acqua e cibo. Ha voluto parlare dei bambini di 2, 3 anni che ha visto abbandonati sulle strade polverose, della disperazione delle madri.

Quando gli chiediamo perché è partito, risponde che l’ha fatto perché gli era stato detto che a Dadaab davano da bere e da mangiare e garantivano l’istruzione: così è partito con la sua famiglia. La situazione è difficile: non ci sono tende dove dormire, ma lui per sua moglie e i suoi figli desidera un posto dove loro possano crescere, essere educati. Pane, acqua ed educazione.

 

Per fronteggiare la crisi, Avsi ha aderito all’appello di AGIRE (www.agire.it, l’Agenzia italiana di risposta alle emergenze), al fine di reperire risorse ulteriori. È attivo l’sms solidale 45500. Tramite questo numero si potranno donare 2 euro inviando un sms da cellulari Tim, Vodafone, coopvoce, o chiamando da reti fisse Telecom Italia e Teletu.

 

(Maria Li Gobbi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
05/08/2011 - Dolcissimo nome di Maria. (claudia mazzola)

Carissima Maria, che Dio ti benedica per quello che fai e che tu possa essere insieme a tutti voi, sotto la protezione della Madonna. Grazie perchè con te Maria io posso scoprire la bontà che c'è anche in me.