BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

11 SETTEMBRE/ Bush e Obama saranno insieme a Ground Zero

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama  e il suo predecessore, George Bush, saranno presenti entrambi alle celebrazioni per il decimo anniversario dell’11 settembre.

Foto AnsaFoto Ansa

Bush e Obama saranno insieme a Ground Zero, dove un tempo sorgevano le Twin Tower, nel decimo anniversario dell’attentato terroristico più cruento della storia. Si troveranno nel medesimo luogo i due presidenti la cui storia politica è stata caratterizzata dall’integralismo islamico. Sotto il governo del primo, il fondamentalismo assunse la sua forma più compiuta, connotando un decennio di storia e guerre; sotto quello del secondo, il suo principale protagonista, Osama Bin Laden, è stato eliminato. I pensieri della maggior parte dei presenti alla celebrazione andranno certamente, anzitutto, al principe del terrore e a tutto il male che è stato in grado di scatenare contro l’umanità intera. La lotta al terrorismo è ben lungi dall’esser terminata. Ma quel primo maggio, quando in un compund di Abbottabad, a pochi chilometri da Islamabad,  lo sceicco venne ucciso, il mondo tirò un sospiro di sollievo. Si trattò di un’operazione preparata da mesi, sulla quale venne mantenuto il più assoluto riserbo. Scoprire dove viveva da tempo – un edificio recintato in un quartiere residenziale di una meta turistica per i pakistani agiati – fece scaturire più di un sospetto sul coinvolgimento dei servizi pakistani nel dare asilo e protezione a Bin Laden.  In ogni caso, nel corso dell’evento commemorativo, saranno ricordati i 102 minuti tra i più sconvolgenti della storia. Quando due aerei dirottati da 19 terroristi di Al Qaeda si scontrarono contro le Torri Gemelle, provocando la morte di 2752. Tra di loro, persero la vita anche 343 vigili del fuoco e 60 poliziotti. Oltre a Bush e Obama saranno presenti il sindaco di New York, Michael Bloomberg il governatore dello Stato di New York Andrew Cuomo e quello del New Jersey (e Chris Christie (New Jersey), l'ex governatore di New York, George Pataki, e l’ex sindaco della città, Rudolph Giuliani, entrambi in carica ai tempi della strage. Le vittime, per decisione di Michael Bloomberg, saranno commemorate unicamente da poesie. Non sarà data lettura di alcun discorso ufficiale. Sarà la prima volta, in dieci anni, che sarà ricordato, durante la celebrazione, il nome delle vittime degli altri due attentanti contemporanei a quelli delle Torri.