BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DIARIO GERUSALEMME/ Jhony: così si vive a Betlemme, in attesa del voto Onu

Pubblicazione:mercoledì 21 settembre 2011

Abu Mazen (Foto Ansa) Abu Mazen (Foto Ansa)

“Uno stato palestinese ora significa la distruzione di tutti gli insediamenti, ma è impensabile che questo avvenga in poco tempo”. Mi fa capire che presto ci potrebbero essere altri scontri, anche tra i civili. E facilmente significherebbe una complicazione delle trattative a un livello più alto, con conseguenze ancora peggiori. In tutto questo, di una via d’uscita a questo conflitto interminabile per adesso non se ne parla neanche. E Jhony mentre va a casa mi dice: “Mio nonno non voleva morire prima di aver visto la pace, ma non ci è riuscito. Lo stesso desiderio era nel cuore di mio padre, e lo è anche nel mio, ma mi rendo conto che sto sperando contro ogni speranza. E comincio a essere stufo”.

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.