BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARI/ Dalla Libia alla Siria, identikit del "nuovo islam" che vuole il potere

Pubblicazione:

In Libia (Ansa)  In Libia (Ansa)

Questa rinascita dell’Islam politico, orizzonte prospettico ormai inevitabile, si svilupperà nei vari contesti nazionali con la natura del sistema politico ed economico ereditato dagli anciens régimes e con la maturità delle società (in termini di livello generale di istruzione e attaccamento alla tradizione) che resta molto diversificato da un paese all’alto.

L’esempio turco ci dimostra che una conciliazione tra Islam e democrazia è possibile, ma è anche vero che la tradizione di laicità inaugurata da Mustafa Kemal rappresenta un esempio storico molto particolare in cui un leader carismatico che aveva un progetto estremamente moderno sul suo paese ha costruito il senso della “nazione” in un paese che aveva già una forte identità, data da oltre sei secoli di Impero Ottomano.

Fino ad ora le rivoluzioni hanno buttato giù dal piedistallo i vecchi dittatori ma non hanno saputo ancora elaborare nuove sintesi. L’unica novità vera è stata soltanto il ritorno alla luce di entità politiche a lungo coperte dai longevi autoritarismi nati dai nuovi Stati post-coloniali. I gruppi e i partiti politici di ispirazione islamica hanno visto questa Primavera come una preziosissima occasione da sfruttare. Ma quanto questa liberazione dell’Islam politico dai vincoli dell’autoritarismo arabo sarà capace di attuare una sintesi con la modernità, declinandosi in quella che Michela Mercuri ha definito sulle pagine del Ilsussidiario.net una “terza via dell’Islam”, resta ancora - purtroppo - molto incerto.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.