BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CORNO D’AFRICA/ Crisi umanitaria, ecco l’impegno dell’Italia

Pubblicazione:

La situazione del Corno d'Africa  La situazione del Corno d'Africa

Particolarmente allarmante è lo scenario della situazione umanitaria in Somalia dove, in alcune zone (Bakool meridionale e basso Shabelle), lo stato di carestia è una realtà. Le Nazioni Unite hanno definito la situazione in Somalia come la più severa crisi alimentare nel mondo e la più grave crisi umanitaria nel paese da dieci anni a questa parte. L'onere dell'accoglienza dei nuovi flussi di rifugiati somali risulta sempre più insostenibile per i paesi confinanti, primo fra tutti il Kenya con l'affollatissimo agglomerato di Dadaab. Alfredo Mantica, nel corso del suo intervento, dichiara che il Governo non può ovviamente rimanere insensibile innanzi a questa tragica situazione, e che il Ministro Frattini attribuisce da sempre massima priorità alla regione del Corno d'Africa dove, anche a causa dei nostri legami storici, siamo sempre stati in prima linea per aiutare quelle popolazioni ad uscire da una crisi e da un'instabilità che purtroppo perdurano da vari decenni.

Soltanto nell'ultimo biennio, l'impegno umanitario della nostra cooperazione in quella regione, di un valore di circa 13,5 milioni di euro, ha consentito l'avvio di progetti di sicurezza alimentare e nutrizionale, sanità, accesso all'acqua, educazione e sostegno agli sfollati e alle fasce più vulnerabili della popolazione, realizzati per lo più per il tramite delle più importanti Agenzie delle Nazioni Unite e con il concorso di varie ONG. Inoltre sono in definizione nuove iniziative che, da subito, possono contare su una copertura finanziaria dell'ordine di circa 5,2 milioni di euro, di cui 500.000 in erogazione in questi giorni come contributo volontario al Programma Alimentare Mondiale per rispondere alla Dichiarazione delle Nazioni Unite sulla siccità in Somalia del 20 luglio 2011. Il Ministro Frattini ha lanciato l'altro ieri, proprio nel giorno in cui la FAO ospitava a Roma una riunione d'emergenza sulla siccità nel Corno d'Africa, un pressante appello affinché la Comunità internazionale favorisca l'apertura di corridoi umanitari verso le popolazioni bisognose. L'azione di sensibilizzazione internazionale dell'Italia ha anche prodotto importanti impegni della Commissione Europea.


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >