BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PRIMARIE USA/ Santorum e la strategia di Obama per dividere i cattolici

Rick Santorum (Infophoto) Rick Santorum (Infophoto)

Il problema che emerge dalle primarie repubblicane in Iowa è che il partito repubblicano è frammentato. Da una parte c’è Romney che è il candidato dell’establishment e dei moderati, tanto che mercoledì John McCain ha annunciato che lo appoggerà. Un fatto significativo, se si ricordano le polemiche tra i due nel 2008. Ma se si analizzano le preferenze di Santorum, Romney, Newt Gingrich, Rick Perry e Ron Paul, si osserva che i Repubblicani hanno dilapidato quelli che erano stati i voti e i successi raccolti nell’Iowa da Mike Huckabee. Il grande interrogativo, entrando nel prossimo turno delle primarie in New Hampshire e South Carolina, è se i conservatori riusciranno a riunirsi intorno a un unico candidato e chi è quello più forte in prospettiva. I nomi sono due a questo punto: Romney e la sorpresa Santorum.

 

Chi vincerà?

 

La risposta dipenderà molto da quanto accadrà nei prossimi due o tre giorni. Se Santorum riuscirà a ottenere una buona copertura mediatica, aumentare i finanziamenti, la visibilità e l’organizzazione sul territorio, e conquistare un buon risultato alle primarie in New Hampshire, allora potrebbe essere lui il volto dei conservatori. Se dovesse ottenere un risultato mediocre, potrebbe tornare in alto la stella di Romney, e allora i Repubblicani potrebbero coalizzarsi su di lui, risultato vincitore in South Carolina. Quello che ci insegna l’Iowa insomma è che se prima in campo repubblicano c’era confusione, oggi ce n’è ancora di più. Esiste anche un terzo filone repubblicano, il pensiero libertario legato al texano Ron Paul, che ha ottenuto il 22% dei voti. Una delle prossime sfide del partito nella ricerca del candidato e del suo identikit sarà capire come queste tre anime possano andare d’accordo. Come Romney non va d’accordo con i conservatori di Santorum, nessuno dei due vede di buon occhio Ron Paul.

 

Qual è invece il candidato più rappresentativo dei cattolici americani?