BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

IL CASO/ 2. A Bruxelles l’islam fa "scuola" e mette in fuga i cattolici

Foto InfophotoFoto Infophoto

Poco e male. Non possiamo pensare di  risolvere questa problematica scappando o demonizzandola. Dobbiamo per forza di cose lavorarci sopra, e questo è un lavoro di lungo tempo. Fortunatamente ci sono alcune realtà che lo stanno facendo, ma è un cantiere su cui non si può attendere che le cose si ricompongano da sé. Non possiamo girarci e aspettare che il problema in qualche maniera si ricomponga. I problemi culturali non sono come i problemi economici, non c'è una moneta buona che scaccia quella cattiva, il prodotto buono che scansa l'altro. Nei processi culturali non possiamo sperare che le cose in qualche maniera si compagnona da sole.

Cosa andrebbe fatto?

Se non ci sono interventi consapevoli, se non ci si ferma a pensare, da parte di tutti, anche dei cattolici e degli islamici, non si giunge a nulla.  E' anche una banalizzazione parlare di "islam" e basta: è un universo talmente variegato, quello, che a volte mi sembra che siamo noi a salvarli in un fronte unitario più di quanto lo facciano loro.

In conclusione, quali passi intraprendere?

Non possiamo sperare che tutto ciò si risolva da sé, non è una congiuntura. I processi culturali vanno seguiti da vicino e hanno bisogno di presenze consapevoli che sappiano da che parte andare. C'è una maggioranza islamica dovuta a  una forte immigrazione negli ultimi 40 anni per cui era prevedibile si arrivasse a questo, ma che cosa significhi questo processo, quali sono gli spazi comuni, i valori non negoziabili, è tutto da scoprire. La mia paura è che si giri la testa dall'altra parte senza affrontare il problema.

C'è, mi sembra da capire, una mancanza di proposte culturali da parte di istituzioni e religione occidentale.

Non solo da parte nostra, anche gli islamici hanno forti carenze verso un occidente che non conoscono. E' una duplice ignoranza, noi abbiamo una conoscenza pressoché nulla del mondo islamico e loro del mondo occidentale. Purtroppo arrivano in Europa oggi classi di immigrati che per via delle tragiche situazioni dei loro Paesi di origine nulla sanno della nostra cultura e della nostra società. Ma noi stessi abbiamo una conoscenza talmente frastagliata e contraddittoria, che sfida chiunque voglia parlare di cultura occidentale in un liceo dell'Europa occidentale.

© Riproduzione Riservata.