BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

UE/ Pittella (Pd): la mozione con Pdl e Udc ci difende dal dominio Merkel-Sarkozy

Mario Monti e Angela Merkel (Infophoto)Mario Monti e Angela Merkel (Infophoto)

La crisi dei mercati finanziari ha tagliato le gambe a ogni possibilità di sviluppo e ha portato sull’orlo della recessione; non poteva esserci occasione migliore per portare a fondo un attacco all’euro e metterlo in ginocchio attraverso una pressione speculativa sui debiti sovrani. Il compito dei governi europei in uno con Parlamento e Commissione è uscire dalla morsa, chiudendo tutti gli spazi di manovra a un mercato mondiale senza regole dominato da pochi riders e far ripartire la crescita, in modo da togliere ogni giustificazione a chi scommette sul rischio paese. Le agenzie di rating fanno politica,sono pilotate da grandi investitori privati che negli Stati Uniti fanno capo ai Repubblicani.
L’Europa deve correre in fretta ai ripari con poche e chiare mosse: creare un'agenzia di rating europea alla quale devono far riferimento per legge tutti gli enti pubblici e privati del continente, trasformare la Bce in un istituto di ultima istanza per tagliare le unghie alla speculazione eliminando il rischio default; quindi far ripartire immediatamente l’economia con investimenti nelle infrastrutture fisiche e virtuali, nella ricerca, nel sapere, nell’innovazione, a sostegno delle famiglie e delle imprese, emettendo eurobond e project bond garantiti dalla Bce e dal bilancio dell’Unione, che deve essere alimentato da entrate proprie certe, come quelle derivanti dalla tassazione delle rendite finanziarie. L’immediato raddoppio del fondo salva-Stati.
Affrontare la emergenza e riprendere la strada della integrazione è necessario per sostenere e vincere l’attacco che sta subendo la moneta e con essa l’economia, dandosi nuove regole di democratizzazione dei mercati che tolgano spazio alla speculazione finanziaria e investendo nuove risorse per modernizzarsi e progredire, insieme. L’unità politica ed economica, da raggiungere in breve tempo, è il presupposto per cogliere questi obiettivi e non finire travolti  dal revanscismo dell’ancien régime che ha governato il mondo prima dell’euro.