BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SIRIA/ Waqqaf: vi spiego perché i kamikaze di Al Qaeda tornano a colpire

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

Perché si tratta di un attentato kamikaze. E’ molto difficile convincere un caporale dei servizi segreti a immolarsi facendosi esplodere. Perché qualcuno accetti di farsi saltare per aria occorre una certa dose di ideologia e la convinzione che quello sia il modo migliore per andare in Paradiso. Chi lo fa di solito proviene dai movimenti estremisti, come i salafiti o i talebani.

 

E se il governo siriano avesse a sua volta dei legami con gli ambienti terroristici?

 

Il governo è sempre stato interessato a infiltrare i suoi servizi segreti in questi movimenti, anche se di recente questi tentativi non hanno avuto molto successo. Quello che tutti dimenticano è che nel luglio scorso il capo di Al Qaeda, Ayman al-Zawahiri, ha realizzato un video con il quale invitava a lanciare una Jihad in Siria contro il governo infedele di Damasco.

 

Pochi minuti dopo l’attentato del 23 dicembre, la polizia siriana aveva trovato dei volantini di Al Qaeda proprio vicino al punto dell’esplosione. Non le sembra una messinscena del governo?

 

Questo si spiega con il fatto che Al Qaeda non ha molto seguito in Siria. Quando negli anni ’80 Bin Laden si stabilì in Afghanistan, i cittadini di diversi Paesi arabi parteciparono massicciamente alla guerriglia contro l’Unione Sovietica, entrando nei ranghi di Al Qaeda. All’epoca però i siriani non parteciparono alla guerra di liberazione, e questo ha fatto sì che per decenni Al Qaeda, a differenza di quanto avveniva nel resto del mondo arabo, non ottenesse alcuna solidarietà in Siria.

 

Che cosa c’entra questo con la questione dei volantini?

 

Al Qaeda sta cercando di conquistare anche in Siria la popolarità che non ha mai avuto in passato. E’ vero quindi che il particolare dei volantini è molto strano, perché di solito Al Qaeda non usa mai dei volantini per rivendicare gli attentati. Ma il motivo è che quando colpisce in Afghanistan tutti capiscono subito che è stata lei. In Siria invece evidentemente Al Qaeda ci tiene a farlo sapere a scanso di equivoci. E il motivo è che punta a tirare dalla sua parte la gente comune, scesa in strada a manifestare contro Assad, attraendola nella propria orbita.

 

Da un punto di vista politico, che cosa lega gli attentati in Iraq e in Siria?


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >