BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Chi sceglierà il mondo arabo tra Usa ed Europa?

Pubblicazione:lunedì 9 gennaio 2012

Folla in Egitto (Infophoto) Folla in Egitto (Infophoto)

Non meno inquietante sarebbe la situazione per Israele che, con un eventuale governo siriano più radicale, potrebbe vedere seriamente riaccesa la disputa sulle alture del Golan, questione piuttosto spinosa ma “raffreddata” dai tempi della guerra del Kippur del 1973, in seguito alla quale la Siria ha de facto accettato una sorta di “pace armata” con lo Stato ebraico che continua ad occupare militarmente il territorio. Non vanno infine dimenticate le possibili ripercussioni sul Libano. Nel caso in cui il regime di Assad dovesse crollare, infatti, Hezbollah potrebbe non avere interesse nel sostenere uno stato governato da islamisti sunniti con conseguenze sicuramente non desiderabili per la stabilità dell’area.

Lo scenario che si delinea all’orizzonte, dunque, non sembra far presagire un anno sereno. Nonostante ciò va ricordato che  le rivolte nel mondo arabo, pur comportando numerosi rischi,  possono offrire all’Unione europea l’opportunità di ricoprire nel Mediterraneo un ruolo maggiormente incisivo e, finalmente, svincolato dalle politiche di Washington; prospettiva interessante, certo, ma non prioritaria nell’agenda di un’Europa alle prese con la concreta possibilità del collasso della propria economia.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.