BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

BELGIO/ Massacro in casa: è mistero sulla morte di una donna e dei suoi tre figli

Una donna e i suoi tre figli sono stati uccisi nella loro abitazione in una città del Beglio. Unico sopravvissuto il padre che si trovava al lavoro. Shock in tutto il Paese

Foto InfophotoFoto Infophoto

Un terribile massacro sta scuotendo il Belgio che si interroga sul mistero di una famiglia sterminata. E' successo nella città di Etterbeck dove in un appartamento venerdì sera sono stati trovati una donna e i suoi tre figli (rispettivamente di 5, 7 e 8 anni) uccisi. A trovarli  è stato il marito e padre dei piccoli: si tratta di una famiglia di immigrati indiani. L'uomo, che lavora in un ristorante, aveva telefonato a casa verso le 17 senza avere risposta. Alla sera quando è rientrato ha trovato la famiglia sterminata. Ovviamente è il primo indagato: su di lui sospetti pesanti. Il sindaco della città infatti ha già parlato di un dramma consumato nell'ambiente familiare. La scena del delitto si presentava così, secondo il racconto dell'uomo: la moglie e i due figli più grandi morti nella sala, il più piccolo di soli 5 anni invece in un'altra stanza. E' stato sottoposto a un lungo interrogatorio per conoscere tutti i suoi movimenti della giornata. Quello che fa aumentare i sospetti è che la porta di casa non era stata forzata, dunque l'assassino si è introdotto in casa perché qualcuno gli ha aperto: se non è stato lui, allora un parente o comunque un conoscente della famiglia. La famiglia era originaria del nord ovest dell'India; l'uomo si chiama Jasbir Singh e ha 39 anni. Nella sua testimonianza, né lui né la moglie avrebbero avuto dei nemici tali da giustificare la strage. Jasbir viveva in Belgio da circa quindici anni mentre la moglie più giovane di lui di nove anni era arrivata qualche anno dopo. I vicini li descrivono come una famiglia bene integrata e senza evidenti problemi. Gi stessi vicini dicono di non aver sentito nulla che potesse far pensare si stesse consumando una strage. L'uccisinen si è tenuta nella giornata di venerdì scorso ed è stata scoperta solo in serata quando il cpao famiglia è tornato a casa e ha trovato la strage. Per il sindaco della città è palese pensare si tratti di un dramam familaire e di una questione privata. Non si tratterebbe cioè di un tentativo di rapina finito male o della pazzia di un killer che si aggira per le strade della cittadina.