BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

HAMAS vs ISRAELE/ De Michelis: Obama è l'unico che rischia di perdere

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

Probabilmente niente. Non credo che l’America possa intervenire in modo diverso da quanto sta facendo attualmente ed è proprio per questo motivo che si trova in grande difficoltà: da una parte non può intervenire, meno che mai militarmente, rispetto a Isreale, mentre dall’altra bisognerà vedere quanto influirà una eventuale pressione sull’esercito egiziano.

 

Crede che avrà degli effetti?

Difficile a dirsi, ma sembra che il nuovo capo dei servizi egiziano sia stato nominato dai Fratelli musulmani, quindi è ovvio che i tempi del vecchio Suleiman siano ormai molto lontani (Omar Suleiman, storico capo dei servizi segreti egiziani, è morto pochi mesi fa all’età di 77 anni, ndr).

 

Quali crede siano in questo momento le maggiori preoccupazioni di Obama?

Naturalmente che l’intera situazione possa scappargli di mano e che la sua strategia, legata alla creazione di condizioni per porre un freno alla situazione in tutto il Medio Oriente, si riveli di fatto inefficace o che in qualche modo venga resa inattuabile.

 

(Claudio Perlini)

© Riproduzione Riservata.