BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ISRAELE vs HAMAS/ Geninazzi: la tregua c’è, ma i problemi di sempre restano

Pubblicazione:giovedì 22 novembre 2012

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

La presenza di un milione e mezzo di palestinesi a Gaza. E’ quanto mai necessario che l’Occidente richieda la fine dell’embargo e, quindi, della chiusura di questo carcere a cielo aperto per far uscire la gente. Aprire i confini di Gaza è complicato e rappresenta una sfida estremamente coraggiosa, ma credo che sia l’unico modo per far capire ai palestinesi di Gaza che esiste una possibilità di dialogo con Israele, altrimenti ci ritroveremo sempre allo stesso punto.

E’ l’Egitto ad essere il capo-negoziatore di questo episodio bellico?

Senza dubbio l’Egitto è stato il grande protagonista di questo negoziato. Il fatto che poche ore fa il presidente Morsi si sia presentato al Cairo insieme al segretario di Stato americano Hillary Clinton rappresenta il successo della sua diplomazia. Al di là del fatto che la tregua tenga o meno, dobbiamo riconoscere che l’Egitto ha preso decisamente in mano le fila della trattativa diplomatica, accreditandosi adesso come un Paese che gode anche del rispetto degli Stati Uniti e facendo accrescere il proprio prestigio tra i Paesi arabi.

Il Fondo monetario ha deciso di concedere all'Egitto un prestito di 4,8 miliardi di dollari per ridare vita all'economia. Non le sembra una particolare coincidenza questo intervento occidentale proprio quando Mohamed Morsi sta tenendo le redini di una via d'uscita dalla crisi di Gaza?

Certe coincidenze hanno anche uno scopo di creare una messinscena, ma direi piuttosto che l’Egitto, dal punto di vista dell’ordine sociale e da quello economico, se la passa davvero male. I Fratelli Musulmani, i quali cercano di barcamenarsi tra la loro situazione e l’Occidente, in questo caso sono riusciti a portare a casa qualcosa. Nonostante questa ambiguità, quindi, il governo egiziano è riuscito ad approfittare di questa occasione per uscire alla grande sulla scena internazionale.

 

(Claudio Perlini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.