BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

EGITTO/ Aida Yehia (British University): l'educazione è fondamentale per la democrazia

Il Cairo, foto InfoPhoto Il Cairo, foto InfoPhoto

L’Unione Europea è sempre stata uno stretto partner dell’Egitto e i rapporti tra i Paesi dell’UE e la nazione egiziana sono in essere da parecchio tempo. La collaborazione con l’UE è importante, dato che UE ed Egitto sono vicini geograficamente e quindi le relazioni si possono stabilire e sviluppare in modo più facile e veloce.

 

Che tipo di collaborazione ha in mente? E a quale modello educativo europeo guarda con più interesse?



C’è bisogno di collaborazione a tutti i livelli: culturale, economico, nell’educazione e nel commercio. A mio parere, il miglior modello educativo è quello tedesco, perché è molto rigoroso, profondo e di alta qualità in tutti i livelli di scuola, dall’università all’educazione primaria. 

 

Crede che i valori cristiani e quelli islamici possano incontrarsi fruttuosamente nel campo dell'educazione?



Personalmente credo che i valori cristiani e quelli musulmani già si incontrino e che di fatto le tre religioni  monoteistiche (giudaismo, cristianesimo e islam) sono tutte basate sulle stesse regole fatte da Dio e inviate a noi attraverso i Suoi messaggeri. Questi valori comuni sono: non mentire, essere onesti, non rubare, non uccidere, non commettere adulterio e, più importante, “portare la pace in Terra”, cosicché l’umanità possa sposarsi e far vivere i figli in un mondo pacifico. Sono solo i cattivi rappresentanti di ogni religione che mistificano la loro religione e diffondono concezioni e stereotipi sbagliati. 

© Riproduzione Riservata.