BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

EGITTO/ Aida Yehia (British University): l'educazione è fondamentale per la democrazia

Educazione, strumento fondamentale perché nei Paesi della primavera araba si sviluppi pienamente la democrazia. Lo spiega la professoressa egiziana AIDA YEHIA

Il Cairo, foto InfoPhotoIl Cairo, foto InfoPhoto

Il Partito popolare europeo ha presentato nei giorni scorsi al Parlamento europeo uno studio sul sostegno all'istruzione nei Paesi del Nord Africa recentemente protagonisti della cosiddetta primavera araba. Istruzione ed educazione secondo quanto viene detto in questo studio devono essere alla base delle nuove relazioni dell'Unione Europea con questi Paesi. Non si tratta solo di aiuti finanziari, ma di una serie di scambi e interventi culturali, ad esempio invitando in Europa studenti nord africani, che permettano un maggior scambio esperenziale fra le diverse realtà educative. La professoressa Aida Yehia, docente di scienze politiche alla British University egiziana, contattata da Ilsussidiario.net e presente a Bruxelles durante la presentazione di questo studio, ha sottolineato la valenza di questo impegno reciproco. "Il livello educativo oggi in Egitto è molto basso" ha detto. "Soprattutto le istituzioni pubbliche lasciano molto a desiderare. L'educazione è strettamente collegata all'idea di democrazia e se l'idea di democrazia è ben salda, l'educazione stessa si svilupperà. I Paesi della primavera araba hanno bisogno in questo momento storico di una maggiore collaborazione con l'Europa a tutti i livelli, culturale, economico, educazione e di scambio".

Professoressa, ci spieghi perché per lei l'educazione è cruciale per i Paesi della primavera araba.

Credo che l’educazione sia stata un’arma molto potente nella lotta contro il colonialismo e l’occupazione, così come è l’arma più potente per liberarsi dai dittatori e dai regimi dispotici.

Dunque un elemento fondamentale per lo sviluppo della democrazia.

In effetti, l’educazione è legata alla democrazia, in quanto apre la strada alla democrazia e dove c’è  democrazia l’educazione si sviluppa sempre di più. L’educazione rende le persone coscienti dei propri diritti e privilegi, promuovendone una maggiore partecipazione al loro sistema politico. 

Come è attualmente il livello dell'educazione in Egitto?

Il livello dell’istruzione in Egitto nel settore pubblico è piuttosto basso, ad eccezione di poche istituzioni e qualche università nella capitale. Il settore privato offre un livello più alto, ma è anch’esso concentrato nella capitale e non pone molta attenzione al resto del Paese.

Cristiani e musulmani in Egitto hanno accesso allo stesso tipo di educazione?

Il livello dell’istruzione è lo stesso per musulmani e cristiani, non vi è nessuna discriminazione o ghettizzazione nell’educazione.

Lei ha detto che è fondamentale che Unione Europea e Paesi arabi sviluppino una collaborazione nel campo dell'educazione. Perché?