BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CRISI GRECIA/ Synghellakis: l'accordo sul debito non basterà a scongiurare l’uscita dall’euro

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Se, nell’arco di 4-5 mesi dovesse farlo, la Grecia non sarebbe oggettivamente in grado di far fronte alla richiesta. Il Paese non è più in grado di tagliare neppure un euro.

Cosa dovrebbe fare l’Europa?

La Germania, anzitutto, dovrebbe adottare una politica più espansiva. Anche perché l’austerità sta iniziando a provocare il rallentamento pure della sa economia. L’Ue, dal canto suo, deve rimuovere alcuni dei vincoli che sono stati imposti. C’è da sperare, in sostanza, che prevalga la linea Hollande-Monti. Concretamente, occorre attuare nuovi investimenti. E fare dietrofront rispetto all’introduzione di questa forma di liberismo a oltranza che ha praticamente azzerato i diritti dei lavoratori: contratti di lavoro assenti, part-time da 2-300 euro, collaboratori che non prendono in contributi, disoccupazione al 30%.

Come sta reagendo la popolazione?

Fin troppo bene. Gli anziani stanno aiutando i più giovani e i vincoli di solidarietà familiare stanno rendendo la situazione meno insopportabile. Ci sono un milione di greci immigrati all’estero in due anni di crisi che, ogni volta che vengono intervistati, affermano di essere stati costretti a lasciare il Paese con la morte nel cuore. Nonostante avessero studiato e fatto tanti sacrifici, il Paese non è più in grado di offrirgli nulla.

L’uscita dall’euro è un’ipotesi tutt’ora presa in considerazione?

Credo che l'uscita o meno dall’euro si deciderà nei prossimi 4-5 mesi. Se il nuovo accordo per diminuire il rapporto debito/Pil comporterà anche nuovi investimenti, se ripartirà l’economia e se ci sarà un atteggiamento meno punitivo da parte del nord Europa, forse l’uscita sarà scongiurata. Non dimentichiamo, tuttavia, che vale più la vita delle persone che qualunque accordo di natura monetaria-economica.

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.