BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EGITTO/ Farouq: il doppio gioco di Obama ha distrutto la credibilità dell’Occidente

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Barack Obama in visita al Cairo  Barack Obama in visita al Cairo

Le amministrazioni statunitensi, senza distinzioni tra Democratici e Repubblicani, si sono sempre trovate a loro agio nel trattare con un governo islamista come quello del Pakistan. Allo stesso modo, si troverebbero a loro agio se il governo egiziano dovesse rivelarsi altrettanto islamista. Torniamo all’Egitto appunto.

 

Morsi è stato eletto dal popolo egiziano, non da Obama …

 

Ci sono numerosi segreti che dovrebbero essere rivelati per quanto riguarda le relazioni tra i Fratelli musulmani e la Casa Bianca. In molti in Egitto sono convinti del fatto che Morsi abbia vinto le elezioni grazie a dei brogli organizzati dagli Stati Uniti. Nessuno è stato in grado di provarlo, ma il fatto più importante è che nessuno in Occidente ha mai sottolineato il dualismo che caratterizza movimenti islamisti come i Fratelli Musulmani.

 

In che senso?

 

Quando si rivolgono all’Occidente parlano di rispetto dei diritti umani, della libertà e della democrazia, mentre quando hanno di fronte i loro elettori predicano l’odio contro questi stessi valori.

 

E la colpa degli Usa è di fingere di credere a questi discorsi?

 

Non sono solo gli Usa a fingere di crederci. Quando in settembre il presidente Morsi ha visitato l’Italia, nessuno ha osato fargli domande sulla posizione del suo partito per quanto riguarda i diritti umani e la democrazia in Egitto. Eppure se principi come libertà e democrazia sono davvero importanti, non si dovrebbe permettere ai Fratelli musulmani di usarli per prendere in giro l’Occidente.

 

Nel suo ultimo video il numero uno di Al-Qaeda, Ayman al Zawahiri, ha attaccato duramente Morsi. E’ il segno di una svolta moderata dei Fratelli musulmani?

 

Ho molti amici tra i Fratelli musulmani e molti di loro lavorano sinceramente per il bene dell’Egitto. Ma non posso affatto condividere la loro scelta di trasformare la religione in un’ideologia politica. I Fratelli musulmani inoltre sono un’associazione segreta e illegale. Questo purtroppo mette in cattiva luce anche il presidente Morsi, nonostante sia stato eletto in modo democratico. La differenza tra Fratelli musulmani e Al Qaeda non è nei principi, ma nel grado di applicazione di questi stessi principi. Con ciò non voglio dire che i Fratelli musulmani siano degli estremisti né tantomeno dei terroristi, ma purtroppo le basi ideologiche da cui prendono spunto sono le stesse di Al Qaeda.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.