BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

IL CASO/ In Polonia non si faranno (quasi) più figli, come in Europa...

Foto InfophotoFoto Infophoto

A questo proposito vorrei citare un commento fatto dal professor Carlo Bellieni proprio recentemente su questo tema, quando ha detto che i governi sembrano avere sempre una risposta al reale problema di difficoltà al concepimento. Un problema che da noi in Italia ad esempio colpisce veramente tante coppie, si parla di una coppia su sette. Bellieni osservava come in realtà la soluzione dei governi è quella di dire io ti do la fecondazione artificiale dimenticando tra le tante cose che il tasso di successo per la coppia è stazionario intorno al 10, 12%. E invece dimenticando che una legge sarebbe valida se tenesse invece conto dell'idea che prevenire è meglio che curare. Ma nessuno la affronta. 

Soluzioni pre fabbricate che non tengono conto delle reali esigenze delle persone? Non dimentichiamo tutta la problematica legata all'idea di prevenzione, con il post ponimento della gravidanza. Ciò ha reso possibile ampio uso di politiche contraccettive che oggi comportano il fatto nascono quasi solamente figli unici quando nascono. Che i fratelli cominciano a essere una rarità e che i figli di terzo ordine sono quasi scomparsi. Non si tiene conto poi di fattori di inquinamento ambientale a vario titolo che ovviamente incidono sul delicatissimo equilibro della formazione dei gameti. Insomma, tutti fanno i pesci in barile e non vogliono sentire. Ricordiamo infine che la tendenza ormai assodata a fare figli dopo i 40 anni va contro la natura e la natura si ribella.

© Riproduzione Riservata.