BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

ALGERIA/ Fouad Allam: la Francia deve chiedere perdono per provare a chiudere le ferite della storia

Hollande, Foto InfophotoHollande, Foto Infophoto

Ci furono. Penso ad esempio alla presenza della Chiesa cattolica che fin da subito si schierò a sostegno dei più poveri dando grande testimonianza di solidarietà nei loro confronti. Penso al fatto che senza la presenza francese grandi storici, scrittori e filosofi non avrebbero avuto la possibilità di esprimersi, di formarsi culturalmente. L'Algeria poi grazie anche all'epoca coloniale ha riscoperto il suo passato, pensiamo a una figura come Sant'Agostino. La dominazione francese è stata deleteria sotto l'aspetto sociale.

E' vero che gli algerini residenti in Francia avrebbero votato in massa per Hollande alle recenti elezioni presidenziali? E' difficile stante la presente crisi della politica dire chi vota a destra o a sinistra in Francia. Certamente ci può essere stato un voto di protesta verso Sarkozy che come si sa aveva instaurato una politica di chiusura all'immigrazione e anche alla concessione della cittadina francese agli immigrati. Hollande si è espresso  verso una politica di trasparenza nei confronti degli immigrati e questo può avergli fatto prendere i voti di queste persone.

Come è oggi il clima in Algeria dopo la devastante esplosione del terrorismo degli anni novanta? Il governo ha vinto la guerra civile contro il terrorismo islamico.  Rimangono dei residui in alcune zone in direzione del Sahara. Va detto che la popolazione algerina si è schierata nella sua maggioranza contro il terrorismo. Ricordo che quando ero studente all'inizio degli anni ottanta queste formazioni terroristiche godevano di un ampio consenso politico da parte di molti, poi l'esperienza ha fatto capire che  il Corano non dà da mangiare.  L'estremismo radicale islamico era fatto da gruppi che assomigliavano di più ai gruppi anarchici nella Russia precedente la rivoluzione bolscevica. Nonostante questo non si può dire che siano scomparsi del tutto.

E la primavera araba, che effetto ha avuto in Algeria?