BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MARO'/ La licenza prepara una "soluzione all'italiana"?

Massimiliano Latorre e Salvatore Girone (InfoPhoto) Massimiliano Latorre e Salvatore Girone (InfoPhoto)

Il disegno delle autorità indiane sembra essere quello di tirar per le lunghe, probabilmente per chiedere qualcosa. E' un comportamento piuttosto misterioso. Tralasciando le motivazioni che causarono la tragedia, quando ci fu la strage del Cermis i piloti americani furono rispediti in patria e giudicati da tribunali statunitensi. Un caso simile fu quando lo Stato italiano fece estradare dagli Stati Uniti la militante del partito rivoluzionario, Silvia Baraldini, su promessa che venisse incarcerata in patria. In pratica la Baraldini non è stata giudicata in Italia per i reati commessi negli Stati Uniti dove era per giunta residente, ma è stata estradata con il vincolo di dover scontare in Italia la pena inflittagli dagli Stati Uniti. Baraldini fu comunque messa ai domiciliari e gli americani non ebbero nulla da recriminare. Perchè l'India, dunque, si ostina ad accanirsi su questo caso?

 

Cosa potrebbe succedere se i due marò non dovessero tornare in India?

 

L'augurio è che la Farnesina lavori durante questi quindici giorni per poter cambiare lo stato delle cose e non permettere che Latorre e Girone tornino laggiù. Magari perdendo i soldi versati per la cauzione.

 

Non ci sarebbero conseguenze giuridiche?

 

Ripeto, la situazione è anomala e non so davvero che valore cogente possa avere la dichiarazione giurata che ha firmato il console generale italiano in India.

 

L'India potrebbero spiccare un mandato d'arresto internazionale?

 

Prima dovrebbero condannarli in modo definitivo. Però è meno scontato che il Kerala possa spiccare mandato di cattura internazionale: dipende se in India questo tipo di reato è punibile con un mandato di cattura internazionale e se, soprattutto, in Italia possa essere eseguito.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
21/12/2012 - Soluzione all'Italiana risoluta. (claudia mazzola)

Ora che abbiamo pagato il riscatto i due Marò restino in Italia, trovino una scappatoia. Che ci importa dei soldi, delle leggi indiane inventate, a noi importa di Salvatore e Massimiliano, poi il giudizio sarà qui!