BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GRAVIDANZA KATE/ Il principe William: nausee mattutine? Durano tutto il giorno

Pubblicazione:domenica 9 dicembre 2012 - Ultimo aggiornamento:domenica 9 dicembre 2012, 15.45

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Kate Middleton ancora alle prese con le forti nausee dovute alla gravidanza. Per questo motivo il principe William ha fatto sapere di aver cancellato la sua partecipazione a un evento pubblico, in programma questa sera a Londra, per rimanere accanto alla moglie. La duchessa di Cambridge, futura madre del terzo in linea di successione al trono britannico, ha da poco lasciato il King Edward Hospital VII, dove era stata ricoverata per una forma acuta di nausee che, a quanto pare, ancora persiste. Adesso si trova quindi a riposo assoluto a Kensington palace e il principe William resta ovviamente al suo fianco. "Non dovrebbero chiamarle nausee mattutine, perché vanno avanti tutto il giorno e tutta la notte", avrebbe detto ieri sera il principe riguardo le condizioni di Kate durante un evento di beneficienza a cui ha presenziato. Pochi giorni fa aveva invece parlato il futuro nonno, vale a dire il principe Carlo, il quale si era detto “contento” riguardo il miglioramento di salute di Kate. “E’ molto bello pensare di diventare nonno alla mia tarda età", aveva poi aggiunto il 64enne principe di Galles, che poi aveva concluso con una battuta: "Come fate a sapere che non sono una stazione radio?", riferendosi allo scherzo recentemente organizzato dai conduttori di un programma radiofonico australiano: i due dj, spacciandosi per la regina Elisabetta II e Carlo, sono riusciti a farsi dare informazioni sullo stato di salute della duchessa di Cambridge dal King Edward Hospital VII, in cui era ricoverata. Proprio l'ospedale londinese ha di recente protestato vivacemente con la radio australiana da cui è partito lo scherzo che avrebbe portato al suicidio l’infermiera del nosocomio che ha ricevuto la chiamata e che ha dato le informazioni. In una lettera il presidente dell'ospedale, Lord Simon Glenarthur, ha scritto a quello dell’azienda proprietaria dell’emittente, la Southern Cross Austereo:  “Il nostro ospedale – si legge – si prende cura dei malati ed è rimasto estremamente stupito che due vostri presentatori avessero anche solo pensato di cercare il modo di arrivare a uno dei nostri pazienti, per non parlare del fatto di aver effettivamente fatto la telefonata”. “Ma scoprire che non solo questo sia accaduto – continua la missiva – ma che la telefonata era stata pre-registrata e che la decisione di trasmetterla sia stata presa dalla direzione dell’emittente è stato davvero sconcertante”. 


  PAG. SUCC. >