BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TERRA SANTA/ Herzog (Haaretz): i cristiani cacciati, perchè l'Onu tace?

Pubblicazione:mercoledì 1 febbraio 2012 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 1 febbraio 2012, 9.06

Foto Imagoeconomica Foto Imagoeconomica

“L’ascesa al potere dell’Islam politico in tutto il Medio Oriente sta causando una vera e proprio fuga dei cristiani dalla Palestina. Dopo il colpo di Stato di Hamas nel 2007, non ne è praticamente rimasto uno solo nell’intera Striscia di Gaza. Ma soprattutto, le recenti vittorie dei partiti islamisti nelle elezioni in Marocco, Tunisia ed Egitto stanno spaventando anche i fedeli delle chiese degli Stati circostanti”. E’ il commento dell’analista politico israeliano Michael Herzog sui dati sulla fuga dei cristiani dai territori dell’Autorità palestinese. Secondo Justus Reid Weines dell’Hebrew University of Jerusalem, circa 1.000 cristiani palestinesi stanno fuggendo da Betlemme, ed entro 20-30 anni nella città in cui è nato Gesù non ne resterà nemmeno uno. Nello stesso tempo, i cristiani nello Stato d’Israele sono aumentati dai 34mila del 1949 agli attuali 163mila, e raggiungerà quota 187mila entro il 2020. Per Herzog, “la comunità internazionale dovrebbe individuare il rispetto delle minoranze religiose come il criterio guida per scegliere quali governi e partiti politici sostenere in Medio Oriente”.

 

Quali sono le principali discriminazioni subite dai cristiani in Palestina?

 

Tra le comunità cristiane e musulmane in Palestina al momento sono presenti alcuni attriti, per quanto non drammatici. Ma ritengo che a spaventare i cristiani sia soprattutto quello che vedono accadere nei Paesi circostanti. Osservando i disordini e le uccisioni ai danni delle comunità copte in Egitto e l’esodo dei cristiani irakeni, temono che anche a loro presto possa capitare la stessa sorte. A condizionarli è inoltre il fatto che di recente i partiti islamisti hanno vinto le elezioni in Marocco, Tunisia ed Egitto. Entro pochi mesi potrebbero affermarsi anche in Libia, e inoltre i Fratelli musulmani rappresentano un elemento importante nell’opposizione siriana. Come se non bastasse, nel 2006 Hamas ha vinto le elezioni nell’Autorità palestinese e dopo l’invasione americana, i partiti islamisti hanno ottenuto risultati brillanti anche in Iraq. L’Islam politico quindi si sta affermando in tutto il Medio Oriente.

 

Ritiene che Hamas sia direttamente responsabile della fuga dei cristiani dalla Palestina?


  PAG. SUCC. >