BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INDIA/ L'inviato: indagini sui Marò sbrigative per le pressioni "politiche" sui Pm

Pubblicazione:martedì 21 febbraio 2012 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 28 marzo 2012, 11.12

Marò del battaglione San Marco Marò del battaglione San Marco

L’italianità di Sonia è sempre stato un aspetto molto controverso. L’opposizione ha sempre sottolineato la sua nascita italiana per metterla in difficoltà. Anche se nelle ultime elezioni ha abbandonato l’argomento perché in precedenza si era rivelato controproducente. Sonia Gandhi è una personalità amata in generale dal popolo indiano, anche da chi non vota per il partito del Congresso di cui lei è un’esponente. Sollevare il tema della sua italianità è quindi un’arma a doppio taglio. Non c’è dubbio però che nei settori oltranzisti e nazionalisti, cui appartiene anche il partito comunista del Kerala, la tentazione di risollevare l’italianità di Sonia Gandhi potrebbe riemergere.

 

Qual è stato lo spazio fornito alla vicenda da i media indiani e in che modo l’hanno commentata?

 

Sono tre giorni che i principali media indiani dedicano la prima pagina a questo argomento. Le tv “all news” hanno degli inviati a Kochi e ieri ben quattro quotidiani nazionali hanno pubblicato la foto dei marò insieme a quella del console generale Giampaolo Cutillo, mentre uscivano dalla nave e aspettavano di essere interrogati. I commenti sono tutti all’insegna dell’orgoglio indiano, e della stigmatizzazione di quello che è stato percepito come un attacco italiano contro dei loro connazionali.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.