BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NIGERIA/ Kaigama (vescovo): cristiani e musulmani si uniscano contro i terroristi

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

In passato mi sono incontrato con numerosi gruppi musulmani, e alcuni mi hanno consegnato delle lettere di solidarietà, in cui si affermava: “Noi non siamo coinvolti negli attentati, siamo contrari e ci dissociamo da quanto è avvenuto”. Anche loro sono arrabbiati e scontenti per il fatto che la pace, ritornata a Jos per qualche tempo, è stata nuovamente sconvolta.

In che modo è possibile evitare che gli attentati inneschino una spirale di vendetta tra cristiani e musulmani?

È inutile negare che in Nigeria esistono tensioni e competizione tra musulmani e cristiani, in quanto ciascuno dei due gruppi vuole influenzare politicamente il Paese. Questo è un dato di fatto, ma quello di Boko Haram è un fenomeno nuovo, e colpisce i cristiani in quanto rappresentano la cultura occidentale, ma anche delle personalità musulmane sono finite nel mirino dei terroristi. Questa nuova situazione rende necessari dei cristiani e dei musulmani che prendano realmente sul serio la pace. Occorre che cristiani e musulmani si mettano insieme senza pregiudizi religiosi, per sconfiggere queste forze malvagie. Forse Dio ha permesso che tutto ciò avvenisse, per permetterci di conoscere chi sono i musulmani e i cristiani autentici, in modo che si possano mettere insieme e lavorare in modo sincero per la pace, lo sviluppo e il progresso della nazione.

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.