BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

BAMBINI SOLDATO/ Sentenza storica: condannato Thomas Lubanga, colpevole di crimini di guerra

Immagine d'archivioImmagine d'archivio

Successivamente, nella giornata di ieri, la Invisible Children ha risposto con un secondo video alle polemiche scatenate dopo la pubblicazione del primo documentario sul generale Kony, leader dell’esercito dei ribelli ugandesi, considerato da qualcuno fuorviante. A parlare è stato il Ceo dell’organizzazione, Ben Keesey: «Non c’è niente da nascondere. Invisible Children è trasparente dal 2004, quando abbiamo iniziato», ha detto in una intervista rilasciata recentemente alla Cnn. «Abbiamo fatto del nostro meglio per essere il più esaurienti e trasparenti possibile», ha detto, e «non abbiamo mai sostenuto il desiderio di salvare l’Africa, ma piuttosto quello di ispirare i giovani occidentali a “fare” più che guardare».

© Riproduzione Riservata.