BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ Herzog (Haaretz): fondi in cambio di sanzioni all’Iran, il patto Monti-Israele

Mario Monti Mario Monti

Perché ci sono stati dei progressi da parte di Roma, in quanto ora Monti è disposto a partecipare alle sanzioni europee contro l’Iran, un fatto che valuto in modo estremamente positivo.

 

Che cosa ne pensa invece della posizione di Monti per quanto riguarda le altre principali questioni mediorientali?

 

Dal presidente del Consiglio italiano mi aspetterei una posizione più esplicita nei confronti di quanto sta avvenendo in Siria, dove il presidente Bashar Assad sta letteralmente macellando la sua stessa gente. Pur fingendo di essere d’accordo con l’iniziativa dell’inviato Onu, Kofi Annan, il presidente siriano ne sta soltanto approfittando per rafforzare la sua posizione e guadagnare tempo. Da parte dell’Ue in generale, e di Monti in particolare, riterrei quindi opportuna una linea caratterizzata da maggiore chiarezza.

 

E per quanto riguarda invece la questione palestinese?

 

Monti in questi giorni ha visitato anche l’Autorità palestinese e si è incontrato con il presidente Mahmoud Abbas. Purtroppo però in questo momento il processo di pace è in una situazione di stallo, e ritengo che l’Europa non possa fare molto per sbloccarlo.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
10/04/2012 - Chi manda chi? (GIANLUIGI PARENTI)

Sì,va bene...ma a Monti il mandato politico per tutto questo da chi viene. Da quale autorità democratica scaturisce? Pienamente in sintonia sugli accordi per portare a casa lavoro e commercio,ma lui deve fermarsi a questo. Forse gli italiani gli hanno affidato un mandato? Non sono certo quei partitucoli che hanno abdicato al potere finanziario che possono dirsi, attualmente, portavoce dei desiderata del popolo. Allora chi detta l'agenda politica del Capo del Governo Italiano?