BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

NOZZE GAY/ Snead: dollari e sostegno delle lobby, ecco i veri obiettivi di Obama

Barack Obama Barack Obama

Quella di Obama è una strategia per raccogliere somme anche molto ingenti per la sua campagna elettorale. I sostenitori dei matrimoni gay sono estremamente ricchi, e quindi con quella sola dichiarazione il presidente Usa è riuscito a raccogliere un milione di dollari. Il numero uno della Casa bianca punta inoltre a massimizzare il successo tra i suoi sostenitori, inclusi gli elettori estremamente liberal. Le lobby gay votano già per il Partito Democratico.

 

Su un piano strettamente elettorale, che cosa spera di ottenere Obama?

 

Obama sta cercando di caricare di energia la base dei suoi sostenitori, e in particolare i cittadini più a sinistra e progressisti che sono a loro volta a favore delle nozze gay. Il presidente Usa percepisce che gli elettori indipendenti sono molto insoddisfatti di lui, e quindi sta cercando di recuperarne i consensi.

 

Quali sono le principali posizioni sui matrimoni gay nell’opinione pubblica Usa?

 

La maggior parte delle persone è convinta del fatto che la Costituzione non preveda che i matrimoni gay possano essere legalizzati. Ci sono però alcuni commentatori molto influenti che sostengono che sia una violazione del giusto processo e dei pari diritti il fatto di negare alle coppie dello stesso sesso il diritto di sposarsi. Alcuni prominenti professori affermano che il diritto di essere sposati è qualcosa di cui deve poter godere chiunque, incluse le coppie dello stesso sesso.

 

In che modo si sono espresse finora le Corti Supreme dei diversi Stati?


COMMENTI
12/05/2012 - Obama e i gay. (Carla D'Agostino Ungaretti)

Ma quanto sono potenti queste lobby omosessuali da poter condizionare anche la politica? E quanto affamati di potere sono i vari Obama, Cameron e soci che si affrettano ad avallare quelle pretese assurde, pur di garantirsene i voti? Ma come è possibile che fior di giuristi americani si dichiarino possibilisti o addirittura favorevoli al matrimonio degli omosessuali? Ma non si accorgono che si tratta di un mostro giuridico che contraddice millenni di civiltà non solo occidentale, ma di tutto il mondo? O meglio, se ne accorgono benissimo ma cosa non farebbero per ottenere il riconoscimento e il plauso della cultura dominante? In un'epoca che ha svalutato il matrimonio in favore delle unioni di fatto, proprio gli omosessuali vogliono sposarsi? Chi impedisce loro di vivere come gli pare? Mi addolora pensare che i genitori convinti che l'omosessualità praticata sia una perversione condannata da Dio non potranno più insegnare questa verità ai loro figli senza incorrere nella smentita sociale, forse anche in conseguenze penali e, peggio ancora, nella perdita di credibiltà agli occhi dei loro figli, irretiti dalla pazza cultura dominante. Qualcuno risponderà ai miei interrogativi?