BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CASO MARO'/ Latorre e Girone domani lasceranno il carcere, giornata decisiva

Pubblicazione:giovedì 24 maggio 2012 - Ultimo aggiornamento:giovedì 24 maggio 2012, 16.00

foto Infophoto foto Infophoto

I due marò italiani, prigionieri in India saranno trasferiti a breve, con tutta probabilità già domani, in un altro carcere. Massimiliano Latorre e Salvatore Girone lasceranno a breve il carcere di Trivandrum per una struttura, la BorstalSchool, a Kochi, più consona per l'Ambasciata italiana. Lo riporta il quotidiano The Time of India, che cita fonti della struttura dove sono ormai prigionieri da tre mesi con l'accusa di omicidio. I due militari si trovavano in servizio il 15 febbraio scorso sulla petroliera Lexie che stava compiendo la tratta Singapore Egitto, quando hanno sparato su peschereccio, scambiato per una nave pirata, uccidendo i due pescatori a bordo, di 25 e 45 anni. La giornata di domani è considerata cruciale per la decisione della sorte dei due militari in arresto dallo scorso febbraio. Si spera si prendano decisioni sulla loro sorte e soprattutto sulla loro scarcerazione.

Le autorità indiane sostengono che la nave navigasse in  acque indiane e che quindi i due marò debbano essere processati e rispondere di tre reati , in base alla legge del Paese.: tentato omicidio, omicidio, associazione a delinquere e  azioni che hanno comportato danni.

Il dossier che è stato redatto dopo tre mesi di indagini, sebbene la carcerazione preventiva era di novanta giorni, stabilisce che la nave Lexie si trovava a 20 chilometri e mezzo dalle coste indiane e quindi perfettamente in linea con il diritto dello stato indiano di esercitare il controllo su qualsiasi nave in transito. Già pochi giorni fa i responsabili della delegazione italiana hanno visitato la BorstalSchool per verificarne l'effettiva agibilità ed idoneità.

Una fonte della delegazione ha fato sapere che tutto è ormai pronto per accogliere i marò nella nuova struttura e che si tratta solo di una questione di buona volontà da parte delle autorità di Kerala.Venerdì, giorno del trasferimento sarà una giornata importantissima per Girone e Latorre: i due dovranno presentarsi davanti al giudice istruttore di Kollam, vista l'ennesima scadenza del periodo di carcerazione giudiziaria.

Mentre l'Alta Corte dovrà decidere la richiesta di libertà su cauzione, già respinta pochi giorni fa da due istanze inferiori. Ieri, il ministro degli esteri Giulio Terzi, in visita alla nella sede delle Nazioni Unite a New York per discutere di mediazione internazionale ha precisato che la vicenda dei due marò italiani sta frenando le operazioni anti pirateria nell' Oceano Indiano.


  PAG. SUCC. >