BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ALGERIA/ Fouad Allam: un Paese paralizzato dai traumi dell’Islam radicale

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

Crisi politica per i partiti algerini che hanno trionfato alle elezioni dello scorso 10 maggio. Abdelaziz Belkhadem, segretario generale del Front de Liberation nationale (Fln), e Ahmed Ouyahia, stessa carica in seno al Rassemblement nationale democratique (Rnd), sono stati messi sotto accusa da parte del loro partito, che ne ha chiesto le dimissioni nonostante la schiacciante vittoria. Nell’attuale parlamento il Fln conta su 221 seggi e l’Rnd su 70, contro i 47 degli islamisti dell’Alleanza verde. Ilsussidiario.net ha intervistato Khaled Fouad Allam, intellettuale algerino naturalizzato italiano, per chiedergli di commentare l’attuale fase politica che sta attraversando il suo Paese.

 

Da dove nascono le spaccature nei partiti che hanno vinto le elezioni?

 

E’ in corso uno scontro interno per definire delle strategie politiche di fronte a un Paese che non cambia. Belkhadem e Ouyahia non sono stati in grado di attuare una rivisitazione della politica in Algeria. E questo ha dato fuoco alla miccia della tradizionale lotta di fazione all’interno degli stessi raggruppamenti politici, in un contesto molto delicato, con una gioventù con un crescente desiderio di cambiamento e i partiti politici che sono più o meno paralizzati.

 

Perché i giovani algerini non hanno trovato espressione politica nei partiti?

 

Un po’ come in Italia, i 20enni algerini non si riconoscono più nei partiti tradizionali. Questo spiega anche la disfatta dei partiti religiosi, contrariamente a quanto sta succedendo negli altri Paesi arabi sotto la pressione dei cambiamenti storici. La guerra civile algerina degli anni 90 del resto ha fatto completamente decantare l’illusione che l’Islam radicale sia in grado di rappresentare la soluzione di tutti i problemi del Paese. Oggi esiste un’asimmetria totale nella cultura politica globale tra un mondo che sta cambiando totalmente e i partiti che nel loro modo di organizzarsi e di definire la loro comunicazione politica sono ancora molto novecenteschi. In questo modo non si trovano più in sintonia con il mondo dei blogger, di Internet e di un linguaggio completamente cambiato.

 

Per quale motivo l’Algeria non è stata toccata dalla Primavera Araba?



  PAG. SUCC. >