BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

NIGERIA/ Cristiani ancora sotto attacco: morti e feriti nel nord del paese

Cristiani ancora sotto attacco in Nigeria. Secondo alcune fonti, diversi uomini armati avrebbero fatto irruzione all’interno di una chiesa a Biu Town, nello stato di Borno nel nord del Paese

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

Cristiani ancora sotto attacco in Nigeria. Secondo alcune fonti, diversi uomini armati avrebbero fatto irruzione all’interno di una chiesa a Biu Town, nello stato di Borno nel nord del Paese, per poi aprire il fuoco mentre nel luogo di culto si stava svolgendo una funzione. In attesa di ulteriori aggiornamenti, sembra che vi siano numerose vittime e diversi feriti tra i fedeli, e solamente poche ore dopo un kamikaze si è fatto esplodere in un’altra chiesa a Jos. E’ stato un testimone, Hamidu Wakawa, che si trovava nella chiesa al momento dell’irruzione, a far sapere che «tre uomini si sono presentati armati e hanno cominciato a sparare mirando alla gente, prima di dirigersi all'interno continuando a esplodere colpi a raffica. Ci sono diversi morti e feriti». Si attendono ora rivendicazioni ma potrebbe trattarsi di un nuovo attacco da parte del gruppo islamico Boko Haram, che negli ultimi mesi ha colpito numerose volte in prossimità di chiese nigeriane. Sempre in Nigeria è stato recentemente rapito il centrocampista del Lecce Christian Obodo. La polizia locale ha confermato il rapimento del giocatore, avvenuto "a Effurum, nei pressi di Warri: stiamo facendo tutto il possibile per garantire che sarà liberato incolume", ha detto il portavoce della polizia dello Stato del Delta, Charles Muka, che ha poi aggiunto: "Siamo molto fiduciosi di poterlo liberare. Lavoriamo a stretto contatto con tutte le altre agenzie di sicurezza, compresi i gruppi di vigilantes locali e le comunità. Stiamo setacciando ovunque". Pochi giorni fa le forze dell’ordine nigeriane hanno condotto una vasta operazione a Maiduguri, nel nord-est del Paese, la roccaforte del gruppo terroristico islamico Boko Haram, conclusa con un bilancio di 16 terroristi uccisi. "Nessun militare ha riportato alcun tipo di conseguenze durante il blitz", ha poi affermato il colonnello Victor Ebhaleme, responsabile della task force a cui il governo centrale nigeriano ha affidato il compito di riportare la legalità in diverse zone del paese.