BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

USA/ Il bambino che vale più di Obama e Romney

Pubblicazione:

Mitt Romney (Infophoto)  Mitt Romney (Infophoto)

Naturalmente, una parte di questo rinnovato ottimismo è “pura propaganda degli attivisti Repubblicani”, dice Richard K. Barry su The Reaction. Gli opinionisti Repubblicani hanno chiaramente ricevuto tutti la stessa sceneggiatura e l’edizione più recente probabilmente evidenzia che “Romney è il candidato e non porterebbe nulla di bene esprimere dubbi sulle sue possibilità di vittoria”.

Mentre gli osservatori politici erano presi da queste previsioni, l’attenzione della maggior parte dei newyorchesi era su altro, con la città scioccata dalla confessione di un uomo di aver ucciso 33 anni fa Etan Patz, un bambino di sei anni. A quell’epoca aveva fatto molta impressione la storia di Etan, rapito mentre stava aspettando il bus della scuola, di cui non si erano più avute notizie e il cui corpo non era mai stato ritrovato. L’uomo che ha ora confessato di averlo ucciso era allora l’impiegato diciottenne di un negozio di alimentari ispanico (una “bodega”) vicino alla fermata del bus. L’assassino dice di aver strangolato Etan nella cantina del negozio e di aver tagliato a pezzi il suo corpo, per poi metterlo in un sacco dell’immondizia e gettarlo insieme agli altri nel cassonetto.

La storia è più complicata di quanto appaia da questo breve riassunto, ma permette di fare un’utile riflessione. La storia di Etan e la sua fotografia erano in tutte le edicole della città, mentre quella di Romney è sulla copertina di Time e la copertina di Newsweek riporta la foto di una galassia, con riferimento al dibattito in corso tra i cosmologi sulle caratteristiche dell’universo. Cioè storie sul potere, politico o scientifico. La storia di Etan è quella di un piccolo granello di innocenza nell’universo del potere. Eppure è Etan che ci commuove, ora come 33 anni fa.

Tutto questo non ci ricorda le parole di Gesù sul valore dell’uomo, che vale più di tutto l’universo, e specialmente sul valore di ogni singolo bambino?



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.