BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

SIRIA/ Assad al bivio: lasci o la comunità internazionale appoggerà i ribelli

foto Infophotofoto Infophoto

Questo dimostra l'inefficacia delle Nazioni Unite, per le quali c'è un problema di identità e di ruolo. Quando erano state concepite dopo la Seconda Guerra Mondiale, cioè quando riprendevano i principi della Società delle Nazioni, avevano più significato di esistere. C'erano molti meno stati e allora i contrappesi e gli equilibri funzionavano sul serio. Si parla da quasi vent'anni di una riforma dell'Onu che dovrebbe risolvere il problema della numerosità dell'Assemblea e la conseguente difficoltà di far passare le decisioni. Abbiamo verificato, nel corso di questi anni, come le soluzioni adottate dalle Nazioni Unite non vadano al di là di un valore morale. Anche se coalizioni militari sono nate, sono nate per imput di un Paese, non per l'accordo dell'Assemblea .

Quale sarà il limite che farà scattare la consapevolezza che il piano Annan è fallito? Quanto si dovrà ancora aspettare perchè si concepisca un altro piano di intervento?

O la situazione si risolverà internamente, con Assad che decide di cedere e aderire alle varie proposte internazionali, dell'Onu o della Lega Araba o con, dall'altra parte, gli oppositori del Regime che abbandonano le armi, altrimenti, se le cose dovessero continuare in questo modo, l'unica alternativa rimarrebbe quella di appoggiare i ribelli.

 

(Federica Ghizzardi)

© Riproduzione Riservata.