BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SIRIA/ Il gioco di Assad incanterà anche la Russia?

Pubblicazione:mercoledì 11 luglio 2012

Kofi Annan e Assad, foto Infophoto Kofi Annan e Assad, foto Infophoto

Rispetto alle altre rivoluzioni arabe, quella siriana è quella che ha pagato il debito di sangue più alto e che sembra ancora senza sbocchi precisi. Come mai?

Probabilmente perché il regime siriano è più forte degli altri. Inoltre le primavere arabe, salvo il caso della Libia, hanno preso di sorpresa i regimi, quindi quelli sono saltati prima. Per far saltare Gheddafi c'è stato bisogno di un intervento militare internazionale. Qui l'intervento militare non è ipotizzabile, con la Federazione russa che non rimuoverà mai il veto al proposito. Quindi la situazione è più difficile.

Siamo poi in uno scacchiere, quello medio orientale, molto esposto.

Siamo molto più vicini a situazioni esplosive che in Libia o in Tunisia, Paesi che erano più lontano da situazioni delicate e anche da interessi americani. Questo potrebbe spiegare il ritardo con il quale questa situazione trova uno sbocco. 

E Israele? Per chi fa il tifo? La Siria potrebbe diventare un Paese fondamentalista che potrebbe incrinare il quadro di questo scacchiere.

Non la metterei su questo piano. Abbiamo visto in Libia come le elezioni abbiano smentito questa paura della crescita del fondamentalismo islamico in tutta la regione, per cui non possiamo prevedere cosa succederà in questa area. Credo che un quadro di una situazione di stabilità nell'area non possa far ammettere a Israele di preferire un regime che massacra la popolazione. Non credo proprio che possa essere considerata una salvaguardia un tipo di regime così da Israele.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.