BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SIRIA/ Sana: vi racconto i tragici giorni di Aleppo sotto l’assalto finale di Assad

Pubblicazione:lunedì 30 luglio 2012

Macerie per i bombardamenti ad Aleppo Macerie per i bombardamenti ad Aleppo

“Stamattina ci siamo svegliati al rombo delle bombe che precipitano sulle case. L’Esercito di Assad ha lanciato l’assalto finale su Aleppo, e le forze dei ribelli sono troppo esigue per resistere a lungo”. E’ il drammatico racconto di Sana, una giovane donna che vive nella città siriana dove in alcuni quartieri il 90% dei residenti è sfollato. Agli inizi della rivoluzione Sana ha lavorato come volontaria per procurare le medicine ai manifestanti feriti, che non potevano presentarsi negli ospedali per non essere arrestati e torturati dai servizi segreti. Interrotta più volte dal fragore delle bombe, ci racconta le ore tragiche della città assediata mentre dalla sua casa sulle colline della zona ovest osserva il fumo nero che avvolge completamente i quartieri orientali.

 

Sana, com’è la situazione ad Aleppo?

 

L’Esercito siriano ha ordinato un’operazione in larga scala contro le zone più povere della città, bombardandole a tappeto. Ci sono state molte vittime e feriti, che non possono essere ricoverati. Le strade sono piene di soldati dell’Esercito pronti ad arrestare chiunque si rechi in ospedale.

 

Quali zone della città sono controllate dall’Esercito regolare?

 

“Controllare” non è la parola esatta. L’Esercito Siriano Libero nei giorni scorsi si è insediato in alcune aree, dichiarandole “liberate”. L’Esercito del regime ha subito iniziato a bombardare quelle zone, situate nel lato orientale della città, e quindi è penetrato al loro interno. Ma c’è qualcosa che è abbastanza strano …

 

Che cosa?

 

L’intera città di Aleppo è considerata un patrimonio prezioso dal punto di vista storico. Il regime ha iniziato a bombardare i suoi quartieri ed è riuscito a conquistare il castello di Aleppo. Quindi ha piazzato dei cecchini sui suoi bastioni per bloccare tutte le operazioni dell’Esercito Siriano Libero nelle vie circostanti.

 

Che cosa vede dal punto in cui si trova ora?

 

Aleppo si trova sulle colline e l’area occidentale, nella quale abito, è quella più elevata. Dalla mia finestra vedo l’intera città avvolta nel fumo nero causato dalle esplosioni, proteste e manifestazioni, ma anche i soldati dell’Esercito regolare che perlustrano le strade per controllare la situazione.

 

Che cosa è avvenuto nei giorni scorsi?


  PAG. SUCC. >