BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

SIRIA/ Il dopo-Assad? Una Repubblica islamica che cercherà di espandersi

Aleppo (Siria): i ribelli distruggono le immagini di Bashar al-Assad (Infophoto)Aleppo (Siria): i ribelli distruggono le immagini di Bashar al-Assad (Infophoto)

Bashar al-Assad è stato un alleato molto utile all’Occidente, è chiaro che nessuna diplomazia voglia mettere le mani in quel ginepraio. Come potrebbe rispondere se si sentissero dire: «Io sono stato al vostro fianco e ora perché qualche ribelle del sud mi si rivolge contro, voi mi voltate le spalle?”. Per non parlare del fatto che Bashar è sì un dittatore, ma non è solo, ha alle spalle una grossa comunità. Lo scontro non si esaurirebbe neanche con il su esilio, perché gli alawiti tenterebbero di tenere nelle loro mani il potere: sono convinti di essere i migliori, ma sono una minoranza e pertanto hanno paura di essere fatti fuori. E poi non sappiamo cosa succederà se vincessero i sunniti.

Cosa teme?
È estremamente più probabile che venga instaurata una repubblica islamica qui che in Egitto.

(Daniela Romanello)

© Riproduzione Riservata.