BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SIRIA/ Padre Abou-Khazen (Aleppo): noi cristiani viviamo in uno stato di guerra

Pubblicazione:domenica 12 agosto 2012 - Ultimo aggiornamento:lunedì 13 agosto 2012, 0.13

La chiesa dedicata a San Francesco d'Assisi ad Aleppo, in Siria La chiesa dedicata a San Francesco d'Assisi ad Aleppo, in Siria

Il numero in questi anni è oscillato, ora si calcola che siano 130mila su una popolazione di circa 4 milioni di abitanti. Comunque in questa zona, sono concentrati tutti in città, non ci sono cristiani nelle campagne qui attorno.

Noi cristiani d’Occidente come possiamo aiutarvi?
Noi crediamo nella forza della preghiera, per cui pregate. Pregate perché si possa spingere avanti questa idea della pace e della riconciliazione. Senza una riconciliazione tra le parti, tra gli uomini, non ci sarà vera pace. Se tutto finirà così, con la guerra ma senza riconciliazione, quella che si raggiungerà non sarà una pace duratura: tra 20/30 anni torniamo come ora, tutto avrà inizio di nuovo.

Padre Giorgio, lei è anche il superiore dei francescani qui ad Aleppo. In quanti siete?
Siamo rimasti in cinque, in due case. E rimarremo. Siamo qui dal 1238…

(Daniela Romanello)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.