BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LIBIA/ Iacovino (CeSI): gli attentati a Tripoli? Gli autori non sono del vecchio regime di Gheddafi

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

A seguito degli attentati di oggi, Il responsabile della sicurezza libico, il colonnello Mahmoud Al-Cherif, ha puntato il dito contro ex sostenitori del Raìs, ipotesi che però non convince totalmente Iacovino: «La presenza dei lealisti di Gheddafi è debole nel Paese e, una volta caduto il regime, di fatto la resistenza non è praticamente più esistita. La famiglia del Colonnello è stata divisa e i vari esponenti del regime  rimasti vivi non sono presenti sul territorio libico quindi, anche se non si può escludere nulla, l’ipotesi avanzata non mi convince». Quindi, conclude Gabriele Iacovino, «potrebbe trattarsi di una matrice diversa, proveniente da alcuni gruppi che, nella divisione attuale del potere, sono rimasti fuori e che per questo motivo cercano di inviare un forte segnale all’attuale compagine governativa».

 

(Claudio Perlini)   

© Riproduzione Riservata.